Disgrafia

Giuseppe Rizzo
Mind Map by Giuseppe Rizzo, updated more than 1 year ago
Giuseppe Rizzo
Created by Giuseppe Rizzo over 4 years ago
4
0

Description

0 Master BES (Analisi e classificazione dei disturbi evolutivi specifici ) Mind Map on Disgrafia, created by Giuseppe Rizzo on 01/16/2016.
Tags

Resource summary

Disgrafia
1 La scrittura è un processo complesso
1.1 scrittura spontanea
1.1.1 abilità
1.1.1.1 fino-motorie
1.1.1.2 lateralizzazione
1.1.1.3 visuo-percettive
1.1.1.3.1 coordinamento oculo-manuale
1.1.1.3.2 coordinamento motorio col segno grafico
1.1.1.4 memoria
1.1.1.4.1 visiva
1.1.1.4.1.1 forma del grafema
1.1.1.4.2 uditiva
1.1.1.4.2.1 forma del fonema
1.1.1.4.3 sequenza motoria del grafema
1.1.1.4.4 convenzioni relative alla scrittura
1.1.1.4.4.1 la dimensione
1.1.1.4.4.2 la direzione
1.1.1.4.4.2.1 ascendenti
1.1.1.4.4.2.2 discendenti
1.1.1.4.4.2.3 lettere medie
1.1.1.4.4.2.4 eccezioni
1.1.1.4.4.3 la proporzione tra lettere
1.1.1.4.4.4 distanze da mantenere
1.1.1.4.4.5 spazio occupato rispetto a righe e foglio
1.1.1.5 attenzione e concentrazione
1.1.1.6 organizzazione temporale
1.1.1.7 saper trasformare il suono in un segno grafico
1.2 copiatura
1.2.1 abilità
1.2.1.1 discriminazione visiva
1.2.1.2 capacità di analisi spaziale
1.2.1.3 capacità di pianificazione costruttiva
1.2.1.4 capacità di distinguere tra segno e sfondo
2 disturbo
2.1 caratteristiche
2.1.1 difficoltà a riprodurre segni
2.1.1.1 alfabetici
2.1.1.2 numerici
2.1.2 non intacca
2.1.2.1 l'ortografia
2.1.2.2 la sintassi
2.2 Evidenze deficitarie
2.2.1 cosa osservare
2.2.1.1 incapacità a mantenere costante la scrittura
2.2.1.2 scrittura fuori standard
2.2.1.2.1 macroscritture
2.2.1.2.2 microscritture
2.2.1.2.3 fluttuazioni tra le due
2.2.1.3 difficoltà a rispettare gli spazi
2.2.1.3.1 tra parole
2.2.1.3.2 tra lettere
2.2.1.4 incapacità ad osservare regole spaziali
2.2.1.4.1 scrittura fluttuante rispetto al rigo
2.2.1.4.2 non rispetta i margini del foglio
2.2.1.5 parole e grafemi non sono collegati secondo una direzionalità standard
2.2.1.6 velocità fuori norma
2.2.1.6.1 eccessivamente lenta
2.2.1.6.2 eccessivamente precipitosa
2.2.1.7 difficoltà a modulare la pressione della mano sul foglio
2.2.1.7.1 tratto scostante
2.2.1.8 difficoltà posturali
2.2.1.8.1 appoggiato al banco
2.2.1.8.2 appoggiato sul foglio
2.2.1.8.3 ecc.
2.2.1.9 Copiatura, soprattutto dalla lavagna, molto problematica
2.2.1.9.1 difficoltà a riprodurre figure geometriche
2.2.1.9.2 difficoltà a riprodurre numeri, lettere e parole
2.2.1.9.3 difficoltà a imitare la disposizione spaziale
2.2.1.9.4 copia di oggetti molto essenziale ed incompleta
2.2.1.10 scrittura incomprensibile anche all'alunno stesso
2.2.2 quando osservare
2.2.2.1 dalla scuola dell'infanzia
2.2.2.1.1 difficoltà nel disegno
2.2.2.1.2 difficoltà nel coordinamento della mano
2.2.2.1.3 difficoltà nell'organizzazione del foglio
2.2.2.2 dalla seconda primaria
3 Strumenti
3.1 utilizzare lo stampato maiuscolo
3.2 limitare l'uso del corsivo
3.2.1 un uso del corsivo forzato (da parte dell'alunno o altri) peggiora la capacità ortografica
3.2.2 limitare alla sola firma
3.2.3 se sforzati possono mostrare segni di sforzo fisico ed emotivo e portare alla demotivazione
3.3 utilizzare il computer in alcune attività
3.4 ridurre il carico di lavoro
3.5 evitare la copiatura
3.6 effettuare attività motorie/artistiche legate allo sviluppo del grafismo/pregrafismo
3.7 impostare l'attività nella modalità alternative, ad es. "io scrivo tu detti"
3.8 valutare il contenuto e non la forma
3.9 privilegiare verifiche...
3.9.1 orali
3.9.2 con poco da scrivere (risposta chiusa multipla e simili)
3.10 evitare di chiedere "cosa c'è scritto"
3.11 usare quaderni colorati nei primi anni della primaria
3.11.1 1° liv. per la riproduzione dello stampato maiuscolo
3.11.2 2° liv. per lo sviluppo del corsivo
3.11.3 3° liv. per ridurre la dimensione la scrittura mantenendo i riferimenti spaziali
3.12 incentivare e gratificare
3.13 stimolarlo per l'autonomia
4 è necessario il recupero specialistico
4.1 bisogna lavorare sulla motricità fine particolare ma anche e soprattutto sulla motricità e sulla percezione globali
4.2 non c'è remissione ma controllo, potenziamento e compensazione
4.3 il recupero va coordinato con la scuola e la famiglia
4.4 il percorso deve essere personalizzato e deve tenere conto del quadro psicologico
Show full summary Hide full summary

Similar

Transportadores de Rodillos
Gera M
Difficoltà nei vari cicli scolari
Giuseppe76
Codici ICD10
Giuseppe76
Individualizzazione del percorso formativo
Giuseppe76
Le parti in causa del processo formativo individualizzato
Giuseppe Rizzo
Dislessia
Giuseppe Rizzo
la valutazione diagnostica dell'alunno con DSA
Giuseppe Rizzo
DSA in sintesi
Giuseppe Rizzo
Difficoltà nei vari cicli scolari
Giuseppe Rizzo
Codici ICD10
Giuseppe Rizzo
Individualizzazione del percorso formativo
Giuseppe Rizzo