Individualizzazione del percorso formativo

Giuseppe76
Mind Map by Giuseppe76, updated more than 1 year ago More Less
Giuseppe76
Created by Giuseppe76 almost 4 years ago
3
0
0

Description

0 Master BES (Analisi e classificazione dei disturbi evolutivi specifici ) Mind Map on Individualizzazione del percorso formativo, created by Giuseppe76 on 01/10/2016.
Tags

Resource summary

Individualizzazione del percorso formativo
1 Si deve giungere alla uguaglianza
1.1 degli esiti
1.2 da opportunità diverse
2 Strumenti
2.1 Compensativi
2.2 Dispensativi
2.3 Servono a colmare la discrepanza tra l'essere normodotato e le basse performance dovute ai disturbi
3 Spiegare alla classe la questione dei DSA
3.1 perché la classe comprenda l'utilizzo degli strumenti compensativi e dispensativi
3.2 spiegare con precisione cosa sono i DSA e la funzione degli strumenti compensativi e dispensativi
3.3 Gli strumenti servono a seguire meglio la programmazione di classe (come gli occhiali)
4 Strategie
4.1 Scrittura alla lavagna
4.1.1 Scrivere in stampato maiuscolo alla lavagna
4.1.2 Fare in modo che le cose scritte alla lavagna rimangano per più tempo
4.2 Non rimproverare i ragazzi con DSA in maniera plateale e reiterata per questioni legati ai disturbi specifici
4.3 Incoraggiarli nell'uso degli strumenti compensativi
4.3.1 computer e correttore automatico
4.3.1.1 a casa
4.3.1.2 da utilizzare a scuola il più possibile
4.3.2 registrare le proprie lezioni
4.3.3 utilizzare mappe concettuali e schemi
4.3.4 Fornire più tempo (per compensare la performance più lenta)
4.3.5 Verifiche a risposta chiusa (per compensare i problemi mnemonici)
4.4 utilizzare rinforzi
4.4.1 gratificare anche per i minimi miglioramenti
4.5 strumenti dispensativi
4.5.1 Compiti ed esercizi ridotti
4.6 Favorire il confronto tra diversità presenti in classe
4.7 Apprendimento delle lingue straniere
4.7.1 Concentrarsi sull'orale
4.7.2 Concentrarsi su lingue di origine latina
4.7.3 i dislessici possono essere dispensati dallo studiare la forma scritta
4.8 il recupero
4.8.1 Compiti "interessanti" per il recupero
4.8.2 gruppi di recupero
4.8.2.1 Utilizzo del tutoraggio tra pari per il recupero dello svantaggio (DSA/BES) e la valorizzazione e lo sviluppo di chi ha già acquisito delle competenze
4.8.2.2 Attività extracurriculari
4.8.2.3 laboratori di recupero in piccolo gruppo
5 Le prove di verifica
5.1 Matematica
5.1.1 meno quesiti
5.1.2 calcolatrice
5.1.3 tempi maggiori
5.1.4 uso di formulari
5.2 lingue straniere
5.2.1 prediligere esercizi di completamento
5.2.2 risposte chiuse multiple
5.2.3 tempi maggiori
5.2.4 meno quesiti
5.3 italiano
5.3.1 risposte chiuse multiple
5.3.2 uso del correttore automatico
5.3.3 Fare usare delle schede strutturate di grammatic
5.3.4 tempi maggiori
5.3.5 meno quesiti
5.4 prove orali
5.4.1 programmare le interrogazioni
5.4.1.1 rispetto alla tempistica
5.4.1.2 rispetto agli argomenti
5.4.2 diminuire il carico
5.4.3 utilizzo di sussidi cartacei
5.4.3.1 tabelle
5.4.3.2 cartine
5.4.3.3 mappe
5.5 Modalità di valutazione
5.5.1 Va valutato il contenuto
5.5.2 Gli errori possono essere evidenziati ma non valutati
5.5.3 deve valorizzare ed evidenziare i miglioramenti (anche piccoli) dell'alunno
6 L'insegnante di sostegno
6.1 Assegnazione
6.1.1 Non assegnato se sono certificati i soli DSA
6.1.2 Assegnato se ci sono comorbilità certificate (non solo diagnosticate) di un certo tipo
6.2 Può comunque essere utilizzato come risorsa
6.2.1 lettore
6.2.2 guida nel gestire la lezione
6.2.3 aiutare l'insegnante curricolare a programmare le strategie migliori
6.2.4 aiutare l'alunno a sviluppare strategie più efficaci
6.2.5 supportare nell'uso del computer e i programmi di scrittura
6.2.6 fornire supporto psicologico
7 Miti da sfatare
7.1 L'alunno con DSA può essere ripreso se attua dei comportamenti sbagliati
7.2 può essere bocciato se gli obiettivi prefissati nella programmazione individualizzata non sono raggiunti nonostante le strategie previste siano state utilizzate
8 Interventi riabilitativi
8.1 interventi precoci (prima parte scuola primaria)
8.1.1 terapia di linguaggio
8.1.2 terapia neuropsicologica
8.1.3 l'intervento precoce è molto importante
8.1.3.1 vengono ridotte le difficoltà
8.1.3.2 vengono stimolate le strategie cognitive che facilitano l'aggiramento dell'ortacolo
8.1.3.3 prevengono le conseguenze sul piano psicologico e sociale
8.2 bambini grandi
8.2.1 le funzioni neuropsicologiche si sono stabilizzate, quindi gli obiettivi delle terapie sono differenti rispetto a quelli degli interventi precoci
8.2.2 vanno potenziate le strategie metacognitive
8.2.3 rinforzare gli automatismi quando possibile
8.2.4 supporto psicologico nella costruzione dell'immagine di se
8.2.4.1 accettazione nell'utilizzare le strategie di compensazione
9 Omogeneità e continuità del percorso formativo
9.1 E' necessario formare una rete tra
9.1.1 psicologo
9.1.2 medico
9.1.3 scuola
9.1.4 famiglia
9.2 l'approccio omogeneo tra le parti chiamate in causa è molto importante per garantirne l'efficacia
9.3 La didattica va adattata in tutte le discipline alle competenze dell'alunno
Show full summary Hide full summary

Similar

Le parti in causa del processo formativo individualizzato
Giuseppe Rizzo
SMART obectives
persil wright
Transportadores de Rodillos
Gera M
Difficoltà nei vari cicli scolari
Giuseppe76
Codici ICD10
Giuseppe76
Dislessia
Giuseppe Rizzo
Disgrafia
Giuseppe Rizzo
DSA in sintesi
Giuseppe Rizzo
la valutazione diagnostica dell'alunno con DSA
Giuseppe Rizzo
Difficoltà nei vari cicli scolari
Giuseppe Rizzo
Codici ICD10
Giuseppe Rizzo